MENÜ

I padroni di casa dell’Alpinhotel Bewaller in Val d’Ega

Un ambiente familiare e cordiale, dove gli ospiti si sentono coccolati

Da oltre 40 anni, l’Hotel Bewaller viene gestito con grande passione e dedizione da Johann Eisath. Gli dà una mano il figlio Philipp, che da circa 15 anni si dedica alla cura del maso e del bosco adiacenti. Da un paio d’anni, anche Manuela, la ragazza di Philipp, collabora alla gestione dell’albergo.

Con grande entusiasmo, nuove idee e ambizione, i padroni di casa dell’Hotel Bewaller si adoperano per trasformare le vostre vacanze in un’esperienza rilassante, nel cuore dell’incanto dolomitico.

I volti del Bewallerhof

L’accogliente Bewallerhof, che sorge in una posizione incantevole, risale al 1413: in origine, in virtù del cognome del proprietario, portava il nome di Peywaldt, mentre l’attuale denominazione Bewaller deriva dal retoromanzo bei Wald (presso il bosco) o bovale (pascolo dei buoi).

Il maso fu concesso in locazione sino al 1832, quando venne acquistato da un certo Lorenz Eisath. Alois Eisath ne prese in mano le sorti nel 1905 e nel 1952 la struttura iniziò ad essere gestita come locanda sotto la guida di Anton Eisath. Nel 1953, l’albergo di montagna Bewaller venne completamente ricostruito in stile alpino, munito di nuove camere e bagni e dotato di ogni comfort, tra cui l’acqua corrente fredda e calda e un impianto di riscaldamento centralizzato, un lusso straordinario per l’epoca. L’ampliamento avvenne già nel 1958. A seguito della scomparsa di Anton Eisath, Johann Eisath ne assunse le redini nel 1978. Nel 2018, infine, l’albergo è passato nelle mani del figlio Philipp che, insieme al padre e alla compagna Manuela, si occupa della sua gestione con grande energia e nuove idee.

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.